Storia di un viaggio alla scoperta del N° 5 di Chanel

Grasse, 5 maggio 2016 inizia il mio viaggio alla scoperta dell’iconico profumo di Chanel N° 5.

Apro il diario che avevo portato per appuntarmi sensazioni e idee e vengo colta da una vertigine: nascosto nelle pieghe delle sue pagine – come facevo quando ero ragazza – timido, un bocciolo di rosa di maggio, colto in quelle giornate a Grasse, per scoprire l’ingrediente principe del N° 5.

I fogli del diario lo hanno conservato e ancora intenso è il suo profumo.

Ho paura a toccarlo perché si sbriciolerebbe tra le dita, eppure il bocciolo ancora emana la sua identità, quasi la rivendica con orgoglio.

Chiudo gli occhi e comincio a leggere nei miei ricordi.

Sono avvolta dal profumo di rose, è inebriante e allo stesso tempo delicato, raccogliamo a mano i boccioli a uno a uno e mi sembra di essere immersa in un racconto.

E questo è quello che ho visto alla scoperta dell’iconico profumo N° 5 di Chanel, nelle campagne di Grasse tra le rose di maggio.

Accade qualcosa di magico: le rose di un rosa brillante intenso, nell’estrattore cedono il loro tutto, la loro anima odorosa, in un consumarsi così veloce da non lasciar loro altra possibilità se non quella di esalare l’ultimo sospiro profumato. Ecco la concreta.

E come in un incantesimo la densa cera passa in un miscelatore e si scioglie per tre giorni per diventare un fluido netto, intenso, acuto: l’assoluto, il cuore del N°5.

Qui il link per vedere il viaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Picture of Ciao, sono <i>Samantha</i>
Ciao, sono Samantha

Benvenute nel mio spazio di confronto, scambio, prospettive: l’incontro di donne allo specchio.

Continua a leggere
Picture of Ciao, sono <i>Samantha</i>
Ciao, sono Samantha

Benvenute sul blog don’t forget the mirror: l’incontro di donne allo specchio.

Continua a leggere
in evidenza

Articoli correlati

Storia di un profumo di donna: il N° 5 di Chanel

“Un profumo di donna con l’odore di donna” questo aveva chiesto Mademoiselle Chanel quando nel 1921 scelse la fragranza contenuta nella quinta proposta del naso profumiere Ernest Beaux, decise così

3 azioni per essere forti

Essere una donna forte non significa necessariamente essere invincibile o non avere mai momenti di vulnerabilità, ma piuttosto significa avere la resilienza e la determinazione